LFI

Libera Fratellanza Italica
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Elezioni ducali di Giugno 1457

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tyrannus92

avatar

Numero di messaggi : 2409
Localizzazione : Como
Data d'iscrizione : 23.07.08

MessaggioTitolo: Elezioni ducali di Giugno 1457 [Milano]   Mer Mag 27, 2009 6:57 pm

Il banditore fece rullare il tamburo, Aspettò che un po' di gente si fosse radunata intorno a lui, all'uomo che aspettava con tono solenne alle sue spalle e agli altri undici che dietro di lui sostavano, quindi parlò:
-Madame e messeri, cittadini del Ducato di Milano, udite!-

Sei tocchi rapidi scossero la pelle del tamburo. Il banditore riprese:
-V'è un annuncio importante che dovete ascoltare: l'uomo accanto a me, che certo già conoscete, è Ferdinando I di Castiglia e vi parlerà a nome del nobile partito della Libera Fratellanza Italica-.

Ancora una volta il tamburo rumoreggiò. Il banditore non s'arrestò:
-Prestategli orecchio, madame e messeri, se voi volete che il cambiamento entri nelle stanze del Ducato-.

Il banditore fece un passo indietro. Tenne in alto la bacchetta, come pronto a suonare ancora. S'avanzò Ferdinando, che in mano recava una pergamena.
-Cari concittadini, è con immensa gioia che presento a voi la squadra che la Libera fratellanza italica presenterà alle elezioni per il rinnovo del Consiglio ducale, che come voi sapete sono già in corso. Sono qui accanto a me-.

Ferdinando fece una pausa. Lasciò che gli altri undici avanzassero, quindi riprese a parlare indicando alla sua sinistra:
-Oltre a me, che guiderò la lista, saranno candidati messer Baratro, madonna Sirea, madonna Maril7, messer Contequintomeridio, messer Aizel-.

Ferdinando trasse un respiro, ricominciando ad elencare da destra:
-Messer Accipiter, messer Jacopoagathirni, messer Matt86, messer Umberto_II, madonna Mariaiolanda e messer Matticnohs. Come vedete, molti volti nuovi animano la lista, del tutto rinnovata perché noi crediamo che sia necessario concedere spazi sempre crescenti ai giovani-.

Ferdinando srotolò la pergamena. Alle sue spalle, il tamburo rullò ancora.
-Ecco invece il programma che, se voi vorrete concederci il vostro voto, ci proponiamo d'applicare-.

Ferdinando prese a leggere. La pergamena recitava:

[rp]Programma elettorale LFI Ducali Giugno-Luglio 1457
Il nostro programma si basa sui seguenti punti chiave:


Fatti recenti della guerra:

1) Cessazione immediata delle ostilità e trattazione di una pace duratura tra gli statti di Milano, Genova, Modena e Venezia;
2) Eliminazione immediata del divieto di circolare liberi all'interno del Ducato e progressiva riapertura delle frontiere;
3) Controllo immediato delle spese sostenute per la guerra.

Trasparenza e comunicazione:

1) Valorizzazione del ruolo del portavoce, che ha un ruolo fondamentale per rendere migliore la trasparenza verso il Ducato, riportando per tempo ogni tipo di argomento discusso in consiglio;
2) Creazione di un ufficio apposito dove il cittadino potrà richiedere spiegazioni al duca o ai consiglieri ricevendo risposte solo ed esclusivamente dal portavoce;
3) Illustrazione a tutti i cittadini ogni 2 settimane dei valori percentuali in aumento o diminuzione della cassa e dell'inventario, con relativo commento da parte dei ministri e duca.

Economia:

1) Realizzazione di uno schema semplice ed efficace per rendere al meglio lo scambio tra municipi e Ducato con risparmio di liquidi da entrambe le parti;
2) Organizzazione dei funzionari del Ducato con un calendario simile a quello dell'università;
3) Aumentare, quando ciò è possibile, il salario dei minatori nei casi di alternanza delle miniere.

Sicurezza:

1) Nomina di 9 ispettori che informeranno il consiglio sui fatti importanti che accadranno in ogni città del Ducato;
2) Potenziamento dei controlli ai confini del Ducato per evitare l'ingresso di eventuali briganti;
3) Elaborazione di una Lista nera in cui vengono inseriti tutti i pg pericolosi dei regni e scambio delle relative informazioni con gli Stati alleati, in modo da conoscere per tempo la persona che vuole l'accesso al nostro Ducato.

Giustizia:

1) Rivisitazione generale delle leggi;
2) Aumento dei controlli su eventuali abusi dei poteri conferiti ai sindaci.

Attività Ludiche e divertimento:

1) Creazione dell'assessore alle attività ludiche;
2) Creazione di un consiglio che aiuti l'assessore alle attività ludiche;
3) Organizzazione di Feste GDR;
4) Scelta del giorno di Festa Nazionale del Ducato;
5) Scelta dei Santi Patroni del Ducato di Milano e delle relative città del Ducato;
6) Organizzazione di una Lotteria Nazionale.

Ferdinando I di Castiglia

Segretario Generale della LFI



[/rp]





Finito che ebbe di leggere, Ferdinando s'arrestò. Quindi rivolse un appello alla gente radunata intorno a lui:
-Votateci, madame e messeri. Dalle vostre scelte dipendono le sorti del Ducato intero-.

Il tamburo rullò un'ultima volta.
Tornare in alto Andare in basso
 
Elezioni ducali di Giugno 1457
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» religione ed elezioni americane
» Dorotheum aste; Vienna 10-11 giugno 2015
» Meeting art asta 811; 28 maggio-19 giugno 2016
» Mario Balotelli, l'eroe del giorno è stato un bambino abbandonato
» Elezioni in Egitto: vogliamo parlarne?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LFI :: Sezione Pubblica :: Programmi Libera Fratellanza Italica :: Ducato di Milano-
Andare verso: