LFI

Libera Fratellanza Italica
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 XXIII legislatura

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
KatieD

avatar

Numero di messaggi : 2760
Localizzazione : RR: Parenzo
Data d'iscrizione : 07.04.09

MessaggioTitolo: XXIII legislatura   Gio Mar 27, 2014 2:31 am

Citazione :

[rp]



 
In questa XXIII legislatura la Libera Fratellanza Italica si presenta agli elettori proponendo un programma con punti di consolidamento e di miglioramento. Mettiamo in campo tutta la nostra preparazione, la nostra professionalità e il nostro innato senso di concretezza, avendo già dato, nell’arco della nostra storia, volti e nomi a tutte le funzioni istituzionali, a livello Repubblicano e municipale. Costituiamo un partito di antica tradizione e che è stato determinante nella progressiva costruzione dello Stato Veneziano come lo vediamo oggi, con rappresentanti coerenti che non si lasciano trasportare in altri movimenti al minimo soffiar di brezza. Siamo e saremo sempre saldi nei principi che ci contraddistinguono dagli altri, con un lavorare assolutamente disinteressato per il bene reale della Repubblica Serenissima, senza ammiccamenti di sorta con nemici e con chi ha creato danno al nostro amato Paese. E' quindi con orgoglio che presento il programma elettorale :



   Economia e miniere  


-L'economia serenissima e' in risalita grazie anche alle passate gestioni che l'hanno avviata sulla giusta strada.  E' quindi nostra intenzione proseguire la gestione degli acquisti per la Repubblica con l’attuale collaudato sistema di “asta” e a garantire l'autonomia delle singole municipalità  con gli scambi per il tramite del Ministro del Commercio e dello Sceriffo senza richiedere alcun balzello. Nei limiti delle disponibilità economiche e delle possibilità dei mercati cittadini si propone di aumentare le scorte del magazzino repubblicano, principalmente per avere rifornimenti e soprattutto merci per i futuri commerci.

-Continuiamo ad essere favorevoli a togliere tutte le tasse  del mercato, anche le cosiddette tasse sul lusso,  se l'andamento economico lo consente per favorire i liberi scambi e commerci fra i cittadini che ora le tasse imposte impediscono, e ci auspichiamo una revisione dello statuto delle citta' per rendere la gestione municipale piu' semplice ai sindaci.

-Siamo favorevoli a portare il prestigio a 5 stelle e mantenerlo, anche grazie all'aiuto del Sovrano con una stella donata, pensiamo che una volta raggiunta questa meta, non potrebbe essere difficile mantenerla. Questo favorirebbe anche l'universita' ove gli studenti   con 5 stelle  di prestigio non pagherebbero 10 ducati di tasse inutili.  

-Proporremo che tutti i vecchi debiti vengano pagati, e una volta estinti e  pagati tutti gli arretrati delle paghe dei soldati, proporremo che  le tasse universitarie come sono imposte al moment vengano tolte, poiche' furono messe per quel motivo.

-Le miniere sono uno strumento cardine dell'economia veneziana. Siamo favorevoli che la gestione di esse sia affidato a una persona esperta che le mantenga nell'ottimo stato lasciato dagli ultimi governi. Si cercherà di continuare a mantenere aperta il piu' possibile almeno una delle miniere di sale presenti a Venezia come e' stato fatto dagli ultimi ministri delle miniere per poter avere adeguate riserve di questa merce da commercializzare secondo le più tipiche tradizioni Veneziane e per aiutare la i cittadini della Capitale.



Sicurezza

-Gli Uffici prefettizi vanno rinnovati  e il ruolo del Vice prefetto incoraggiato nelle citta'.  

-Nel campo militare proporremo una maggiore collaborazione fra l'esercito e le milizie cittadine e una campagna di reclutamento per incoraggiare i giovani ad entrare nel serenissimo esercito cercando di garantire  una precisa carriera militare con incentivi per tutti i soldati, seguendo alla lettera ed in maniera costante la Carta degli Eserciti, proponendo riconoscimenti atti a stimolare i soldati e favorendo impegno ed interesse da parte di tutti. Sarà  proposta una  riqualificazione  e ristrutturazione della Caserma veneziana.

-Inoltre siamo favorevoli a valutare e rinnovare contratti con ordini cavallereschi e compagnie militari.


Porti

-Una volta pagati i debiti maggiori, vista la necessita' di avere un maggior numero di banchine nei porti, siamo favorevoli che gli ampliamenti dei porti al livello superiore siano finanziati non solo dalla repubblica stessa ma anche dai privati in maniera regolamentata.

-Per avere banchine piu' libere, proporremo che i proprietari delle navi commerciali ferme nei porti da lungo tempo, mettano le loro navi a servizio della repubblica per eventuali commerci in cambio di sconti sulle tasse portuali di lungo stanziamento.  



Giustizia

-Abbiamo revisionato il CIV non solo eliminando i refusi presenti ma anche nei contenuti di alcune leggi.  Servira' pero' modificare la legge sul brigantaggio, che ancora e' scritta in modo che qualcuno potrebbe dire che e' interpretabile.

-Siamo favorevoli a ristabilire una Corte d'appello Veneziana (CAV) e pronta a lavorare su questo insieme al consiglio in modo da creare un organo libero e non politicizzato.


Cultura

-Riteniamo da sempre fondamentale lo sviluppo della cultura e dell'arte nella nostra Repubblica promuoveremo la liberta' dell'accademia pubblicizzandola tra la popolazione e continuando a lavorare a manifestazioni ed eventi culturali in collaborazione con tale Istituzione.

Diplomazia e informazione repubblicana

- Utilizzeremo al meglio la Camera Comune come strumento di informazione dei cittadini.
- Siamo favorevoli che si continui con la presentazione dei resoconti consiliari con cadenza bisettimanale insieme a quelli economici come specificato nel CIV.

- Proponiamo di mantenere l'ottima gestione di domanda e offerta di Punti Stato, chiedendo allo Sceriffo di redigere un regolamento per le assunzioni entro una settimana dal suo insediamento, sempre seguendo le graduatorie e difendendo il diritto di ogni cittadino di Via dello Stato di poter dare punti alla Repubblica

- Ci impegneremo per rafforzare e risaldare i rapporti diplomatici sopratutto con l'Abruzzo, l'Albania e la Croazia, in prospettiva di futuri scambi commerciali  essendo i loro porti affacciati sull'Adriatico.
- Siamo favorevoli a intrattenere rapporti diplomatici miranti al mantenimento della pace sopratutto con i stati a noi confinanti.

- Favorevoli ad  avviare una normalizzazione nei rapporti tra lo Stato e la Chiesa e ciascuno dei due forte di una propria dignità  pensiamo sia giusto ristabilire un Concordato, gia' in discussione come esplicitato nell'ultimo velino diplomatico.  
 

Ringraziamo tutti coloro che continuano e continueranno a riporre in noi la loro fiducia ancora una volta, sicuri di non deluderli.
Per quanto ci riguarda, non possiamo che assicurare massimo impegno e dedizione nei confronti della Serenissima e di tutti i suoi cittadini
.

Libera Fratellanza Italica



 
[hrp]
Estense
Nefe
Mikelius
Aureur
Katied
Ninfea
Cassandrax
Graalknight
Argacon
Principessina
Aisling
Laeto
[/rp]
[/hrp]
Tornare in alto Andare in basso
 
XXIII legislatura
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» XXV Legislatura
» Dott. Fusi Bergamo
» Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LFI :: Sezione Pubblica :: Programmi Libera Fratellanza Italica :: Serenissima Repubblica di Venezia-
Andare verso: