LFI

Libera Fratellanza Italica
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 XIV Legislatura

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
KatieD

avatar

Numero di messaggi : 2757
Localizzazione : RR: Parenzo
Data d'iscrizione : 07.04.09

MessaggioTitolo: XIV Legislatura   Lun Giu 06, 2011 9:25 am

[rp]
Citazione :

          _________________________LIBERA FRATELLANZA ITALICA_____________________________
          __________________________________________________________









Citazione :
Sicurezza e difesa

- Ci proponiamo mantenere alte le difese della Capitale attuando lo Statuto della Guardia Dogale con servizi di gendarmeria e miliziani a turnazione nell’arco della settimana e provvederemo con un esercito a presidio della Capitale sotto il controllo della Prefettura, in modo da poter rendere disponibili gli effettivi dell’esercito a mansioni differenti nella pulizia dei nodi dai briganti o a supporto delle altre istituzioni repubblicane.

- Riteniamo auspicabile che la lista indesiderati e conseguentemente le liste nemici degli eserciti veneziani sia allineata con quelle delle province italiche.

- Chiediamo garanzie per una carriera militare con incentivi per tutti i soldati, seguendo alla lettera ed in maniera costante la Carta degli Eserciti, proponendo riconoscimenti atti a stimolare i soldati e favorire impegno ed interesse da parte di tutti.

- Vogliamo che all’Esercito si continuino ad affidare incarichi di rilievo ed importanza, uno su tutti la caccia ai briganti su commissione repubblicana.

- Chiediamo che il Capitano ed il Sergente siano scelti tra i soldati e non voteremo favorevolmente ad alcuna modifica della Carta degli Eserciti se non vi sarà confronto con lo Stato Maggiore, L'Accademia Militare e la Caserma.

- Desideriamo una intensa e fattiva collaborazione tra Marina ed Esercito con consultazioni in un’unica sala in modo che la cooperazione sia un qualcosa di sostanziale nell’intento di garantire una difesa con efficacia massima




Economia

- Le vendite alla Repubblica saranno regolate in base a precisi riferimenti di prezzi e alla volontà del Ministro del Commercio e dello Sceriffo, ma si cercherà comunque di lasciare maggiore autonomia municipale nella gestione delle proprie risorse e di conseguenza per le offerte alla Repubblica.

- Manterremo il budget giornaliero dei 300 ducati, iniziativa LFI di cui andiamo fieri, ma faremo in modo di valorizzare il magazzino repubblicano, che verrà opportunamente rifornito in modo da far fronte a situazioni di emergenza sia socio-economiche che militari.
Per questo motivo verranno privilegiati i surplus di merci a basso costo provenienti dalle città.

- Particolare attenzione verrà riposta alle riserve di pietra e ferro per garantire la sicurezza delle miniere, limitando così acquisti da terzi.

- Saremo garanti del libero mercato e della libera circolazione delle merci in tutto il territorio della Serenissima.

- Al fine di garantire la massima efficienza alla commissione economica, creeremo la figura del Contabile. Esso sarò nominato tra i Consiglieri senza carica ed avrà il compito di supervisionare i Sindaci ed aiutarli nel loro lavoro, ricercando soluzioni per la crisi delle casse Municipali dovute alla scarsa collaborazione dei cittadini o capacità dei Sindaci. Verrà posto come obiettivo la creazione di una rete permanente che permetta ai Sindaci di ottenere il massimo profitto dagli scambi col TM.




Miniere

- Le miniere sono uno strumento fondamentale per riattivare l'economia Veneziana.
Sarà nostro impegno valorizzare tali risorse e manterremo dunque gli incentivi fino ad ora proposti ai minatori per cercare di garantire una maggiore affluenza alle miniere.

- Ci opporremo alle chiusure alternate delle miniere. Oltre al non essere utile indiscutibilmente contribuisce al calo drammatico delle presenze di minatori e pregiudicano gravemente il ripopolamento delle città. Un lavoro precario e discontinuo porta presto le persone alla ricerca di altre fonti di guadagno, fino ad arrivare all'assenteismo nelle miniere.

- Desideriamo garantire il salario delle miniere a 16 ducati e sarà compito del Consiglio provvedere a rendere pubblico il loro piano di sviluppo.

- Cercheremo di stringere accordi commerciali con altri Stati per il commercio del sale in modo da poter aprire le miniere di sale a Venezia e garantire le necessarie scorte.




Porti e Marina

- Ci proponiamo di mantenere efficienti le navi da guerra della Marina Serenissima che dovranno navigare dove sono segnalati pericoli e difendere le navi commerciali.
I nostri mari devono essere puliti e sicuri. Sarà indispensabile l’utilizzo della nostra vittoriosa marina, per pattugliare le nostre acque e tutto l'Adriatico, per liberarle dai pirati e avere il controllo delle acque.

- Si attuerà un monitoraggio marittimo serrato assicurando la presenza continua di funzionari qualificati come Capo Porto (e di un suo Vice) nelle tre città portuali grazie ad un continuo lavoro di concerto con la Prefettura.

- Ci proponiamo di togliere la tassa per la permanenza in banchina delle navi di cittadini residenti nella Serenissima, a meno che l’ormeggio non superi i 15 giorni.

- Intendiamo continuare i lavori per l'ampliamento del porto di Pola.




Università

- Particolare attenzione verrà riposta affinché le discipline insegnate coprano tutti gli ambiti dei saperi, colmando le eventuali lacune pregresse in certi ambiti. Si consiglierà il proseguimento delle lezioni marittime e si valuterà per addivenire ad un accordo con l’università Croata per ottenere una classe sulle materie marittime per i futuri Capitani della Serenissima.

- Manterremo inoltre l'ottima gestione di domanda e offerta di Punti Stato, chiedendo allo Sceriffo di redigere un regolamento per le assunzioni entro una settimana dal suo insediamento, sempre seguendo le graduatorie e difendendo il diritto di ogni cittadino di Via dello Stato di poter dare punti alla Repubblica senza favorire coloro che li cederebbero gratuitamente.




Giustizia

- E' nostra intenzione mantenere sostanzialmente senza modifiche l’attuale Corpus Iuris, frutto di un solerte, generoso e competente lavoro, durato mesi. La Libera Fratellanza Italica si batterà sempre strenuamente affinché non venga stravolto.

- Garantiremo la collaborazione tra Pubblici Ministeri, Prefetti e Giudici di tutti i Regni Italici, e l'utilizzo di una camera comune di aiuto e consultazione tra le varie figure della Giustizia. Ciò permetterà di velocizzare le pratiche di apertura processi nei Regni esteri, come da Trattati Giudiziari in vigore, e una maggiore coesione di intenti e un maggior controllo verso le minacce esterne, grazie a un coordinamento con tutte le Prefetture.

- Mantenere la struttura degli avvocati di Ufficio, ripristinata nella precedente legislatura.




Diplomazia

- Continueremo a rafforzare, ora più che mai, i nostri rapporti con le Province alleate. Porteremo inoltre avanti i lavori diplomatici con tutti i Regni Italici, in particolare con il R2S per creare una coalizione forte e rendere più sicure le terre Italiche.

- Verrà richiesta maggiore trasparenza e approfondimenti per quanto concerne le informazioni contenute nel velino diplomatico, che faremo in modo che abbia scadenze prefissate e regolari.

- Manterremo vivi i rapporti con l'Est, in particolare migliorando i nostri rapporti diplomatici con Croazia, Albania e Grecia.




Cultura

- Riteniamo da sempre fondamentale lo sviluppo della cultura e dell'arte nella nostra Repubblica; ci adopereremo quindi per dare lustro all'Accademia, promuovendola tra la popolazione e continuando a lavorare a manifestazioni ed eventi culturali in collaborazione con tale Istituzione.

- Daremo spazio ad eventi culturali e valorizzeremo l’incarico di Ministro della Cultura, avendo cura di scegliere per tale ruolo una persona preparata e motivata in grado anche di fornire aiuto alle municipalità per il tramite dei tribuni.

aggiungerei quello che sta facendo aska cioe' che segue anche i Tribuni etc... dovrebbe essere nel bando del Ministro della Cultura la frase che lo spiega, chi lo cerca?




Trasparenza

- Continueremo ad usare al meglio la Camera Comune come strumento di informazione dei cittadini cercando accelerare la pubblicazione delle discussioni esaurite.
Faremo in modo che ogni cittadino venga a conoscenza dell'esistenza di tale strumento e che impari ad usarlo.

- Proporremo che si continui con la presentazione dei resoconti consiliari con cadenza bisettimanale insieme a quelli economici.

- Cercheremo di insistere sulla figura dei referenti dogali, attivandoci affinché i bandi vengano riproposti dai sindaci soprattutto in quei casi in cui l'ufficio sia ancora vacante. Lavoreremo affinché tali figure svolgano davvero un ruolo di collegamento, cruciale, tra la vita della Repubblica e la realtà locale cittadina.





[/rp]




[/rp]

_________________
e MOLTO di piu' Very Happy http://i47.tinypic.com/2hmk1tk.jpg
http://www.iregni.com/FichePersonnage.php?login=KatieD
4U: http://www.youtube.com/watch?v=IQPXvd0FqKo - http://www.youtube.com/watch?v=UOewegX7H-Q
Tornare in alto Andare in basso
 
XIV Legislatura
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» XXV Legislatura

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LFI :: Sezione Pubblica :: Programmi Libera Fratellanza Italica :: Serenissima Repubblica di Venezia-
Andare verso: