LFI

Libera Fratellanza Italica
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 IX legistlatura

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
KatieD

avatar

Numero di messaggi : 2757
Localizzazione : RR: Parenzo
Data d'iscrizione : 07.04.09

MessaggioTitolo: IX legistlatura   Lun Giu 14, 2010 10:29 pm

L.F.I: professionalità e concretezza al servizio di Venezia

La Viscontessa osservava l’acqua scorrere di fianco a lei mentre la gondola solcava silenziosa il Canal Grande.
Era il tramonto di una giornata di tarda primavera, l’aria ancora piacevolmente fresca muoveva i pizzi del vestito; procedeva sicura sotto la voga ritmata scandita dallo sciabordio dei remi usati con maestria verso quel rosso che tingeva anche i palazzi in pietra d’Istria di un tenue color rosa.
Gli odori del mercato e le voci delle ultime contrattazioni la fecero trasalire per un attimo avendo ormai raggiunto Rialto, i remi levati dagli scalmi attenuarono l’approdo sulla riva; proseguì nel sestiere per le calli strette con passo svelto e finalmente si aprì al suo sguardo la magnificenza di piazza S. Marco.
Aprì la pergamena che aveva sotto braccio e la affisse sotto la statua della Fenice affinchè fosse resa pubblica.


[rp]
Citazione :


______________________________________LIBERA FRATELLANZA ITALICA
_________________________________________



    Concittadini della Serenissima,

    Per la IX legislatura la Libera Fratellanza Italica propone punti di consolidamento, di miglioramento ed innovazione. Mettiamo in campo la nostra preparazione, la nostra professionalità e il nostro innato senso di concretezza, avendo già dato, nell’arco della nostra storia, volti e nomi a tutte le funzioni istituzionali, a livello Repubblicano e municipale.
    E' con sicuro orgoglio che presento il programma elettorale :


    Sicurezza e Difesa

    - Ci proponiamo di rivedere lo Statuto della Guardia Dogale per poi iniziare, con efficacia, a costruire concretamente l’ossatura stabile di questo corpo scelto di difesa.

    - Alla fine della legislatura possiamo tranquillamente affermare come il Trattato sul riconoscimento delle milizie, dopo settimane di lavoro, non sia gradito né alla Repubblica né alle stesse milizie.
    Le milizie volontarie, difendendo la propria città, difendono in questo modo anche la Repubblica della quale ogni municipio fa parte. Una città protetta è dunque un beneficio evidente per la sicurezza dell'intera Serenissima e per questo ci proponiamo di siglare un trattato che prenda in considerazione entrambe le parti in causa. In attesa di trovare un accordo comune, verrà utilizzato lo Statuto delle città della Repubblica e la Carta della Prefettura per regolamentare le milizie.

    - Nell'ultimo mandato, con l’aiuto determinante dell’Esercito, la lotta al brigantaggio ha raggiunto il suo apice ed i costi sono stati irrisori. Questi risultati si devono al fatto che disponiamo di uno Stato Maggiore competente e composto esclusivamente da soldati esperti. Per questo motivo ci proponiamo di fare in modo che le figure elette che andranno a comporre lo Stato Maggiore (Capitano e Sergente) debbano appartenere all'esercito repubblicano; nel caso in cui non vi fosse questa possibilità, il Capo di Stato Maggiore svolgerà comunque tutte le mansioni tattiche e strategiche.


    Giustizia

    - Importanti passi avanti sono stati fatti in ambito giuridico. Abbiamo rivisto il Corpus Iuris che ora è nuovamente libero da errori grossolani e ci adopereremo affinché non venga stravolto nuovamente.

    - Abbiamo rivisto quasi tutte le leggi repubblicane grazie all'aiuto degli esperti nelle varie Istituzioni Repubblicane, quindi è nostro interesse mantenerle invariate oppure chiedere un consulto tecnico alle commissioni di competenza prima di votare eventuali modifiche.

    - Durante questo mandato è stato realizzato l'ambizioso progetto della creazione di una Corte d'Appello Veneziana. E' nostra ferma intenzione valorizzare adeguatamente questa Istituzione, cercando anche una collaborazione con Modena in modo da allargare l’orizzonte e trovare collaborazione tecnica su questioni giuridiche.

    - Introdurremo, infine, particolari riconoscimenti per i cittadini benemeriti della Repubblica Serenissima.


    Economia

    -Manterremo il metodo del budget giornaliero di 300 ducati ai Sindaci, di cui almeno due terzi sarà destinato alla produzione di animali ed il restante ad uso delle feste e/o per incrementare il magazzino della Repubblica, salvo diverse disposizioni del Doge. Le vendite saranno regolate in base ad un preciso calmiere e alla volontà del Ministro del Commercio e dello Sceriffo.

    - Sarà comunque nostra cura tenere conto delle necessità di ciascuna città in modo da poter intervenire con aiuti mirati nella loro gestione giornaliera. Si proseguirà inoltre a favorire gli scambi tra sindaci per il tramite del Ministro del Commercio; nel caso di eccedenze sarà garantito un aiuto nel loro smaltimento.

    - La presenza di un ricco magazzino repubblicano, opportunamente rifornito, costituirà una sicurezza per far fronte a eventuali situazioni di emergenza socioeconomica o militare.

    - Concentreremo i nostri sforzi per garantire il razionale sfruttamento delle città di foresta, anche grazie a campagne di disboscamento al fine di ottenere una buona riserva di legna, e anche sulle città con miniere d'oro utilizzando volontari per lavorare nella cava. I risultati conseguiti porteranno a una tangibile fioritura economica di cui godranno tutte le città della Serenissima.


    Miniere

    - Garantiremo il salario delle miniere a 16 ducati e sarà compito del Consiglio provvedere a rendere pubblico il loro piano di sviluppo. Vista la buona affluenza in alcune città, in particolare Padova e Verona, sarà nostro impegno cercare una via alternativa per lo smaltimento dei quintali di pietra in eccesso, per poter così aumentare l’attuale capienza.

    - Nelle città dove l’afflusso alle miniere è limitato si esamineranno razionalmente le problematiche e con l’aiuto determinante dei sindaci si stabiliranno incentivi adeguati per garantire un’affluenza e allo stesso tempo far fronte al calo demografico.

    - Non riteniamo opportuno riaprire le due saline di Venezia, ma incentiveremo l'utilizzo della miniera d'oro di Udine.


    Porti

    - Durante questo mandato sono stati fatti enormi passi avanti con la costruzione del Cantiere Navale (livello 3) al porto di Pola, rimediando al temporeggiamento delle scorse legislature. Salvo contrattempi, possiamo affermare in tutta tranquillità che il nuovo Consiglio potrà inaugurarlo in tempi brevissimi.

    - Si cercherà, nei limiti del possibile, di mettere la Galea San Marco ancor più al servizio della Serenissima e quindi dei suoi cittadini, proponendo nuove iniziative e mettendo a disposizione un apposito ufficio nel quale fare prenotazioni, richieste e dare suggerimenti.

    - Si attuerà un monitoraggio marittimo serrato assicurando la presenza continua di funzionari qualificati come Capo Porto (e di un suo Vice) nelle tre città portuali.


    Diplomazia & Trasparenza

    - Durante questo mandato molto è stato fatto in campo diplomatico.
    E’ stata firmata la pace congiunta tra Venezia, Modena, Milano e Genova. La Serenissima è riuscita a stringere trattati di cooperazione giudiziaria con Genova e Firenze.
    Si sono rafforzati i nostri rapporti con la Croazia e con le regioni francofone.

    - I rapporti con Milano, sul piano economico, sono stati improduttivi se non svantaggiosi, e dunque non è nel nostro interesse portarli avanti.

    - I rapporti con Genova sono stati improduttivi in tutti i sensi, tranne in campo giuridico, per cui possiamo affermare che la Serenissima e la Superba non si siederanno più allo stesso tavolo fino a quando non ci sarà la volontà effettiva di collaborazione, da parte dei Genovesi, per onorare il pagamento bellico che ci spetta.

    - La Serenissima continuerà a ribadire la propria indipendenza dallo SRING, come ha già dimostrato costituendo la CAV e l’Araldica Veneziana.

    - Ci impegneremo a trovare un accordo con i vari stati italici dello SRING per contrastare il proselitismo in atto da parte dell’organizzazione scomunicata Manonera e per la realizzazione di uno schedario “internazionale” aggiornato degli aderenti ad essa, promuovendo una sorta di trattato di cooperazione tra le forze di polizia dei vari Stati.

    - Utilizzeremo al meglio la Camera Comune come strumento di informazione dei cittadini e proporremo dei resoconti consiliari con cadenza bisettimanale.


    Cultura

    - La Libera Fratellanza Italica, da sempre, ritiene fondamentale lo sviluppo della cultura nella nostra Repubblica; a tal fine è nostra intenzione proseguire con il progetto dell'Accademia, ad oggi quasi abbandonato. E' nostra intenzione migliorare l'interesse ed il coinvolgimento di tutti attraverso le figure dei Magnati.


    Università

    - Continueremo l'attuazione dello Statuto del Senato Accademico, incentivando la crescita di tale organismo istituzionale. Manterremo le lezioni proposte attualmente ma si procederà alla nomina di un nuovo Rettore; particolare attenzione verrà richiesta affinché le discipline insegnate coprano tutti gli ambiti dei saperi colmando le eventuali lacune pregresse in certi ambiti.

    - Manterremo inoltre l'ottima gestione di domanda e offerta di Punti Stato.



    Questi sono i punti principali che la Libera Fratellanza Italica si impegna a realizzare.

    Ringraziamo tutti coloro che continuano e continueranno a riporre in noi la loro fiducia ancora una volta, sicuri di non deluderli.
    Per quanto ci riguarda, non possiamo che assicurare massimo impegno e dedizione nei confronti della Serenissima e di tutti i suoi cittadini.




___________________________________________________Libera Fratellanza Italica


______________________________________________


[/rp]

_________________
e MOLTO di piu' Very Happy http://i47.tinypic.com/2hmk1tk.jpg
http://www.iregni.com/FichePersonnage.php?login=KatieD
4U: http://www.youtube.com/watch?v=IQPXvd0FqKo - http://www.youtube.com/watch?v=UOewegX7H-Q
Tornare in alto Andare in basso
 
IX legistlatura
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LFI :: Sezione Pubblica :: Programmi Libera Fratellanza Italica :: Serenissima Repubblica di Venezia-
Andare verso: