LFI

Libera Fratellanza Italica
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 V Legislatura

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
KatieD

avatar

Numero di messaggi : 2760
Localizzazione : RR: Parenzo
Data d'iscrizione : 07.04.09

MessaggioTitolo: V Legislatura   Mer Nov 11, 2009 9:47 pm

Citazione :






Cari Concittadini Veneziani,

La Libera Fratellanza Italica prenderà parte alle elezioni del prossimo Serenissimo Consiglio, per mettere ancora una volta i suoi ideali e i suoi valori al servizio della nostra Repubblica.

Per questa legislatura siamo determinati a proporre dei punti di consolidamento e di miglioramento.

La nostra è una Repubblica a 5 stelle e come tale desideriamo che sia valorizzata e rafforzata.

Abbiamo il piacere di esporvi in questa sede il nostro programma, contenente le idee ed i propositi per il prossimo mandato consiliare:



Economia

- Manterremo il metodo del budget giornaliero di 300 ducati ai Sindaci, che avranno la possibilità di vendere merci alla Repubblica, regolando le vendite in base ad un preciso calmiere e alla volontà del TM e dello Sceriffo. Questo metodo gia’ collaudato dalle scorse legislature, si è rivelato efficace nel tempo portandoci quindi a rinnovare il suo utilizzo.

- Manterremo il salario delle miniere a 16 ducati e sarà compito del Consiglio provvedere a rendere pubblico il loro piano di sviluppo.

- Garantiremo la presenza di un ricco magazzino repubblicano, in modo da far fronte a situazioni di emergenza sia socio-economiche che militari.

- Concerteremo direttamente con i sindaci dei vari municipi lo sviluppo del giusto numero di campi di grano e di campi di mais, necessari a soddisfare il fabbisogno locale, nonché il fabbisogno della Repubblica stessa per garantire la costante produzione degli animali.



Prestigio

- Manterremo il prestigio della Repubblica a 5 stelle. Questo i permetterà di risparmiare punti istituzione e di avere un esercito più potente.



Nuove infrastrutture portuali

- Avvieremo un primo progetto per la costruzione delle infrastrutture portuali, affinché siano gettate delle solide fondamenta per lo sviluppo di una successiva politica economica e di governo del mare.



Sicurezza e difesa

- Proseguiremo con l'attuazione della Carta dell'esercito. Una volta creati i vademecum dei soldati, provvederemo a dar vita al Campo di Addestramento. Luogo dove gli insegnamenti avuti possano aver riscontro con la pratica e l'esperienza, dove addestrare le nuove reclute alla vita militare e dove i soldati di ogni ordine e grado possano trovare soluzioni e chiarimenti. La nostra è una grande potenza militare e come tale deve essere preparata, efficace ed istruita.

- Organizzeremo in maniera efficiente la difesa delle città, soprattutto della Capitale. A tal proposito, suggeriamo la creazione di una vademecum comune dove istruire VicePrefetti e i Capo gendarmi (che a loro volta daranno istruzione ai miliziani) per risolvere in maniera immediata ed efficiente le situazioni di allerta e l'organizzazione quotidiana di difesa.

- Aumenteremo i controlli, le difese e le esplorazioni lungo i confini della Serenissima. Istituiremmo un corpo di esploratori (guardie di frontiera) che a turno sorveglino con staffette quei nodi al confine orientale con la Croazia.

- Provvederemo a tenere aggiornata la lista degli indesiderati della Serenissima nel forum Taverna Veneziana.

- Prenderemo in considerazione gli ordini cavallereschi presenti nel suo territorio e ne promuoveremo il ruolo di difensori dello Stato anche se non inquadrati nell’esercito Repubblicano.



Cultura

- Durante l’attuale Legislazione è stato siglato un trattato di ambito prettamente intellettuale di cooperazione con la Repubblica Fiorentina, con la creazione di sei Magnati, tre per Venezia e tre per Firenze, con il compito di sviluppare le attività e gli scambi culturali fra le due Repubbliche. E' nostra intenzione incentivare questi scambi e stringere rapporti con altri Ducati, tramite le figure dei Magnati.

- Sotto la guida del un Ministro della cultura, figura che vorremmo riportare in auge in questa Legislazione, sarà nostra premura curare lo sviluppo della Serenissima Accademia.



Università

- Senato Accademico : l'Università della Serenissima deve dare lustro alla nostra Repubblica, e forgiare le menti che la possano guidare. Il Senato Accademico, sarà un organo consultivo determinante per la gestione universitaria e sarà composto dal Rettore, da insegnanti e studenti. Questi ultimi saranno eletti tramite bando affinchè ogni categoria possa essere rappresentata. Il bando sarà pubblico, e le nomine verranno fatte congiuntamente dal Doge e dal Rettore.

- Manterremo l'ottima gestione di richiesta e di offerta di punti stato.



Diplomazia e trasparenza

- Sarà incentivata la figura del Gran Ciambellano, organo fondamentale per l’organizzazione diplomatica e la comunicazione ai cittadini e con le province italiche e limitrofe.

- Utilizzeremo al meglio la Camera Comune come strumento di informazione dei cittadini.

- Ci impegneremo per rafforzare e risaldare la collaborazione con Modena e Milano

- Cercheremo di trasformare la Serenissima a garante della pace sul suolo italico.

- Sarà mantenuto il numero di due resoconti del Consiglio alla popolazione della Serenissima. Uno a metà ed uno a fine mandato.



Libera Fratellanza Italica

Tornare in alto Andare in basso
 
V Legislatura
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» XXV Legislatura

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LFI :: Sezione Pubblica :: Programmi Libera Fratellanza Italica :: Serenissima Repubblica di Venezia-
Andare verso: