LFI

Libera Fratellanza Italica
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 II Legislatura

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sign

avatar

Numero di messaggi : 2022
Età : 32
Localizzazione : Verona
Data d'iscrizione : 09.05.08

MessaggioTitolo: II Legislatura   Mer Giu 03, 2009 10:00 am

Citazione :
Al tramonto tutte le città sono meravigliose, ma alcune più di altre, e Venezia è fra queste. I suoi rilievi diventano più morbidi, le colonne più rotonde, i capitelli più ondulati, i cornicioni più netti, le guglie più affilate, le nicchie più profonde, gli arazzi più solenni, le statue più aeree. “Dipingi” parrebbe bisbigliare la luce primaverile nella sua massima purezza, quando, dopo la lunga traversata del cosmo, arriva in quel paradiso dalle acque riflesse. Ed è una scena ricorrente, in quest’ora che parrebbe l’ora di tutta una vita, quella della gente che s’affolla nelle piazze e lungo i canali a godersi il crepuscolo, vuoi per amoreggiare, vuoi per scambiarsi il lasso di un’opinione… in ogni caso… rendendo privato l’infinito.
Fu in una di queste serate che si mosse l’araldo… a passi lenti verso il cuore della città, richiamando a sé volti stupiti, incantati dalla preziosità dell’abito, di bianc’azzurra seta orientale, incuriositi dalla serietà del suo volto.
Portò egli un messaggio importantissimo, che sottopose all’attenzione di tutti.
Con chiara e risoluta voce… chiese al mormorio di farsi silenzio, e così si espresse:




Concittadini della Serenissima,
è con enorme piacere che presento il programma elettorale della Libera Fratellanza Italica
Per la II legislatura l'L.F.I. propone punti sia di consolidamento sia di miglioramento ed innovazione.
Venezia ha un grande potenziale: bisogna sfruttarlo al massimo affinché tutti possano vivere prosperi e sicuri, in un luogo ove regna l'armonia.
Ora, passo ad illustrarvi nel dettaglio cosa la Libera Fratellanza Italica si propone di realizzare.



Economia - Budget autonomo per i Municipi

Noi della LFI immaginiamo un rapporto Repubblica-Municipi di reciproco aiuto, di completa apertura al dialogo e di rilevante libertà di azione.
Per questo proponiamo un budget giornaliero di acquisti.
Insieme al Doge, al Ministro del Commercio e a tutto il Consiglio verrà deciso e stanziato questo Budget di acquisto-merci dai Municipi, che non dovrà mai essere sforato.
In questo modo, non sarà il TM a decidere la quantità e il prezzo delle merci che i singoli Municipi devono vendere alla Repubblica; saranno gli stessi Sindaci a decidere il tutto in completa autonomia, purché rimangano nel budget.
Così essi potranno scegliere la merce (mirando all'effettiva necessità di smaltimento di surplus della loro città), il prezzo (decidendo di abbassarlo o alzarlo, in modo tale da vendere più merce possibile) e quindi la quantità (al prezzo che vogliono fino a colmare il Budget Giornaliero).
Nello spirito di una mutua assistenza, se la Repubblica dovesse poi accorgersi di avere sbilanciamenti di merci o dovesse ritenere necessario fare alcune richieste specifiche ai Municipi, queste verranno stabilite direttamente dal TM.


Autonomia municipale giudiziaria

Attualmente, i processi ai danni dei trasgressori delle ordinanze municipali vengono gestiti dal Tribunale della Repubblica poiché ogni giorno vi è una auto rigenerazione dei punti giustizia; questo rimarrà invariato fino alla creazione della Capitale,così da far risparmiare anche i Municipi.
In ogni caso,quando verrà implementata Venezia e quando i punti giustizia dovranno essere acquistati, la Libera Fratellanza Italica vorrebbe far si che fossero i Municipi a gestire i processi per quanto riguarda il rispetto delle proprie leggi cittadine.
L'LFI ripone grande fiducia nella capacità dei Sindaci della Repubblica e per questo motivo vuole responsabilizzare ulteriormente questa fondamentale figura.



Sicurezza - Esercito

Sogniamo e vogliamo una Repubblica Veneziana in cui si possa circolare liberi per commerciare, per viaggiare e per accrescere le conoscenze del gioco e dei personaggi; consideriamo pertanto i Cittadini veneziani Liberi di circolare nei territori dei nostri Fratelli in tutti i Regni Italici.
Per questo diamo molta importanza ad un regolare, forte ed organizzato Esercito Repubblicano.
In questo punto il nostro impegno andrà in due direzioni:
- Potenziare e perfezionare le forze attuali.
- Valutazione della creazione di un Corpo d'élite forte e veloce.

Intendiamo pertanto creare nuove Tende di Reclutamento e viaggi mirati per incrementare le fila dei nostri soldati in ogni Città repubblicana rendendo tutti partecipi e in condizione di difendere il nostro Territorio.
Inoltre, avendo esperienza in altre Repubbliche/Ducati al riguardo, vorremo regolamentare da subito la partecipazione nell'Esercito degli Ordini Cavellereschi, in modo da non accavallare compiti e da non creare caos nella Difesa.
Inoltre,qualora le Casse di Venezia ce lo permettessero,vorremo realizzare la costituzione di un Corpo d'élite, ovvero un gruppo situato al centro della Repubblica e composto da soldati forti,veloci e di fiducia,capaci di raggiungere gli eserciti di confine che si trovassero in difficoltà.
Questo Corpo speciale potrebbe essere adibito,in un futuro,alla difesa del Castello della Capitale, Venezia.
Sarà nostro obbiettivo mantenere la sicurezza sulle strade della nostra Repubblica.



Diplomazia

Stabilire buone e corrette comunicazioni con gli altri Ducati è nostro fermo proposito. Riteniamo per giunta essenziale considerare l'aspetto geo-politico, che caratterizza la relazione con i territori, soprattutto quelli confinanti, e impegna ad un costante lavoro diplomatico.

La Libera Fratellanza Italica si propone di continuare nella strada dell'alleanza con il Ducato di Modena e ritiene inoltre essenziale chiarire i rapporti con la Croazia.
Crediamo infatti che troppi siano i punti oscuri ed incerti nel rapporto con la nostra Repubblica.



Senato Accademico

Visti i recenti problemi sopraggiunti con la figura del Rettore,il nostro Partito vorrebbe creare un Organo specifico adibito alla sua selezione.
Questo Organo sarebbe composto da 12 persone:
1/3 dei membri nominato dal Consiglio
1/3 eletto dai laureati
1/3 eletto dagli studenti

I 12 componenti del Senato Accademico saranno persone appartenenti a tutte le vie percorribili.
Si spera che, in questo modo, non si verifichino più problemi correlati all'elezione del Rettore.


Ambito giuridico

Una cosa molto importante, in questo campo,è la chiarezza.
Per questo motivo vorremmo riordinare tutte le leggi vigenti in un Corpus Iuris Civilis suddiviso per libri, in base alla tematica trattata.
Si andrebbe così a semplificare l'eventuale fruizione e, di certo, a migliorare sensibilmente l'ordine e la chiarezza.
-Inoltre, vorremmo portare in Consiglio una proposta di legge riguardante gli "Insulti diffamatori"; si è verificato più volte che vi fossero insulti di questo tipo a diversi personaggi, macchiando così la loro reputazione, senza, però, che fossero riportate prove concrete di quanto si dicesse nei loro confronti.
In base a tali considerazioni, noi LFI vogliamo che il nome di qualsiasi cittadino venga rispettato e che, qualora si presentassero accuse nei loro confronti, vengano riportati dati effettivi.


Svago - Ministro al Tempo Libero

I membri della Libera Fratellanza Italica propongono l'Istituzione della figura del Ministro al Tempo Libero;tale figura andrebbe a delinearsi nel Consigliere eletto che non ricopre alcun incarico.
Questa figura avrebbe il compito di organizzare uno o più eventi per i cittadini di Venezia, con lo scopo di unire e rendere maggiormente coesa la popolazione di questa Repubblica.
Il divertimento sta alla base di ogni cosa.


Questi,sono i punti principali che la Libera Fratellanza Italica si impegna a realizzare nel caso gli venisse offerta l'opportunità di farlo.
Inoltre, come è già avvenuto durante tutto l'attuale mandato consigliare, i membri dell'LFI si impegnano a rispettare e a collaborare con tutti gli eletti.

Ringraziamo sentitamente tutti coloro che continueranno a riporre in noi la loro fiducia e chi, magari, lo farà questa volta per la prima volta.
Dal canto nostro, non possiamo che assicurare massimo impegno e tanta tanta passione.




Libera Fratellanza Italica, scegli la libertà!
Tornare in alto Andare in basso
 
II Legislatura
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» XXV Legislatura

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
LFI :: Sezione Pubblica :: Programmi Libera Fratellanza Italica :: Serenissima Repubblica di Venezia-
Andare verso: